Berlino, sono solo 102 i posti liberi in terapia intensiva

Drammatica la situazione delle terapie intensive nella capitale tedesca. Liberi solamente 102 posti

La quarta ondata ha colpito con tutta la sua forza la Germania. I numeri rispetto a contagi, decessi e ricoveri in terapia intensiva non accennano a diminuire e anche a Berlino la situazione diventa, giorno dopo giorno, sempre più drammatica. Secondo gli ultimi dati ufficiali, infatti, nella capitale tedesca sono liberi solamente 102 letti in terapia intensiva pari al 9% della capacità totale. È ovvio che, se molti più cittadini in Germania si fossero vaccinati, non si sarebbe giunti a questa situazione. È altrettanto ovvio che siano stati ricoverati anche vaccinati, anche se si tratta di una piccola minoranza, ma tutti ormai sappiamo che dopo mesi anche l’effetto del vaccino perde parte della efficacia.

I numeri delle terapie intensive a Berlino

A Berlino, in totale sono disponibili 1.175 posti in terapia intensiva. Di questi, attualmente, 198 sono occupati da pazienti affetti da Coronavirus mentre gli altri 875 da altre patologie. La cosa che preoccupa di più i medici è la velocità con cui, nelle ultime settimane, sempre più contagiati da Covid vengano ricoverati. Basti pensare che fino a 7 giorni fa le terapie intensive berlinesi contavano 170 pazienti. Facendo un semplice calcolo si può facilmente dedurre che nel giro di settimane – se non giorni – tutti i posti disponibili finiranno per essere occupati.

Si sta già predisponendo il trasferimento dei prossimi pazienti nelle terapie intensive di altri ospedali al di fuori di Berlino. Ma anche negli altri Länder le terapie intensive sono vicine al collasso

Una situazione disastrosa tanto che le autorità sanitarie berlinesi stanno già predisponendo il trasferimento dei prossimi pazienti negli ospedali di altri Land. Ma anche qui si pone un grosso problema. In quasi tutti i Länder, infatti, le terapie intensive sono quasi del tutto piene. Se guardiamo agli Stati vicini a Berlino si può notare come nel Brandeburgo siano liberi solo 93 posti, in Sassonia-Anhalt 185 e in Sassonia 145. Quest’ultimo è uno degli Stati federali più colpiti dalla quarta ondata con una media di 30 ricoverati in terapia intensiva al giorno. Se questo tragico trend dovesse continuare, giocoforza il sistema sanitario collasserebbe. In molti Stati, per cercare di evitare questo scenario, è stato reintrodotto il lockdown e il coprifuoco.

Leggi anche Berlino, mercatini di Natale, ristorazione, mezzi pubblici: le nuove restrizioni che entreranno in vigore

Immagine di copertina: Pandemia in Germania – Coronavirus ©BlenderTimer da Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *