Berlino questa settimana ha accolto altri 95 richiedenti asilo siriani volati dal Libano

Questa settimana è atterrato il volo con a bordo i 95 rifugiati siriani accolti nell’ambito del programma di accoglienza dei rifugiati dello Stato tedesco

Il Ministero dell’Integrazione, del Lavoro e degli Affari Sociali di Berlino, ha annunciato la decisione di accogliere 95 richiedenti asilo. Le famiglie accolte si inseriscono nel contesto di “rifugiati con particolare bisogno di protezione”, provenienti dalla Siria ma residenti in Libano in condizioni di estrema difficoltà. Uno dei rifugiati era in condizioni estremamente vulnerabili, ed era stato trasportato e ricoverato a Berlino già alcune settimane fa. A seguire ed assistere le operazione per la partenza dei cittadini siriani dal Libano, era presente l’Agenzia delle Nazioni Unite per la Migrazione (IOM). Da mercoledì scorso sono ospitati a Berlino nelle strutture dell’Ufficio di Stato per gli affari dei rifugiati (LAF). L’anno prossimo è previste l’arrivo di altri 100 rifugiati.

Il programma di ammissione umanitaria

Le richieste di asilo accettate risalgono a una decisione della Camera dei deputati di Berlino. Quest’ultima ha infatti stabilito l’istituzione di un programma di ammissione umanitaria con 100 posti all’anno per i rifugiati e gli sfollati particolarmente vulnerabili. Le persone selezionate sono proposte dall’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, UNHCR, ed includono donne vittime di violenza familiare, bambini e giovani a rischio di essere costretti al lavoro minorile e persone traumatizzate dal conflitto in Siria. Il programma statale di ammissione è coordinato con la partecipazione di varie amministrazioni del Senato.

“Berlino è e rimarrà un rifugio sicuro per le persone bisognose”

Sono le parole espresse dal Sindaco uscente di Berlino Michael Müller sulla vicenda. “È un bene che possiamo accogliere 95 rifugiati dal Libano e offrire a queste persone spesso traumatizzate nella nostra città un rifugio e una prospettiva nelle loro vite. Le persone accolte provengono da condizioni di vita miserabili e pericolose, in cui hanno subito violenze o sono state minacciate. Aiutare queste donne e uomini, bambini e giovani, sostenerli e dare loro un nuovo sostentamento qui, è il nostro dovere umanitario e la nostra responsabilità sociale”, ha affermato Müller.

Anche la Senatrice per l’Integrazione Elke Breitenbach ha evidenziato l’importanza di questa operazione. “L’accoglienza delle persone più vulnerabili da un punto di vista umanitario è una mia importante preoccupazione. Qui, possiamo offrire alle persone una vita sicura e, in particolare, ai bambini e ai giovani, offrire opportunità future che, purtroppo, nel contesto in cui erano inseriti, non avrebbero potuto avere”.

Leggi anche Berlino ha acceso 6mila lanterne verdi per i migranti al confine con la Bielorussia

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina di Oxfam Italia da flickr. Attività con i bambini, rifugiati siriani nella valle della Bekaa, Libano

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *