Berlino, l’incidenza del Covid continua ad aumentare

Cresce l’incidenza dei contagi nella capitale tedesca. Il semaforo del Coronavirus si accende di rosso

In base ai dati raccolti lunedì 9 agosto dal Robert Koch Institut, l’attuale tasso di incidenza dei contagi a Berlino ammonta a 38, con un aumento del 30% rispetto alla scorsa settimana. L’incidenza indica quante infezioni ci sono state per 100.000 abitanti in sette giorni. Prendendo come riferimento lo schema cromatico a semaforo, Berlino passa dal giallo al rosso, in quanto ha oltrepassato il valore limite di 30. Nonostante l’evidente aumento dell’incidenza, gli esperti hanno sottolineato come l’intero sistema di emergenza vada revisionato in considerazione del crescente tasso di vaccinazione.

I dati aggiornati al 9 agosto

Continua a crescere l’incidenza Berlino. Lunedì 9 agosto, il Robert Koch Institut ha nuovamente registrato un aumento dei casi di Coronavirus nella capitale. Il Senato ha comunicato che la situazione delle terapie intensive a Berlino non è allarmante: solo il 3,9% di chi ha contratto il  virus al momento è ricoverato. Nella giornata di oggi sono stati registrati 21 nuovi casi nella capitale, raggiungendo un totale di 184.200 contagi da inizio pandemia. Nonostante l’alta incidenza il RKI non ha segnalato decessi connessi al virus nelle ultime 24 ore. Per quanto riguarda la situazione vaccini, il 61,6% dei residenti a Berlino ha ricevuto la prima dose, mentre il 53% è completamente vaccinato.

Il sistema di emergenza deve essere revisionato

Gli esperti hanno sottolineato la differente gravità che in questo momento comporta l’incidenza rispetto al 2020. Il metodo a semaforo era stato implementato dal Senato lo scorso anno, per tenere traccia delle oscillazioni dei contagi e della situazione delle terapie intensive. Secondo tale metodo, all’accendersi della luce rossa (incidenza oltre il 30) per due giorni consecutivi il Senato deve prendere misure necessarie per contenere il contagio. Tuttavia, gli esperti hanno sottolineato come andrebbero riviste le soglie dei colori, dal momento che il Covid-19 incide in maniera meno aggressiva sui vaccinati, attualmente in costante aumento.

Preoccupazioni per la variante Delta

A preoccupare è soprattutto la diffusione della variante Delta. L’ultimo rapporto settimanale del Robert Koch Institute, ha rilevato che in Germania il 97% dei casi apparterrebbe a questa variante. Secondo quanto dichiarato domenica dall’immunologo statunitense Anthony Fauci, un’ulteriore diffusione globale della variante Delta potrebbe portare allo sviluppo di una versione del virus ancora più pericolosa. «La pandemia va tenuta sotto controllo» ha detto Fauci. «Il modo migliore per farlo: più vaccinazioni».

Leggi anche: Germania chiede alla Cina di indagare sull’ ‘origine’ del Covid

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

In copertina: Coronavirus da Pixabay, CC0

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *