Al Neues Museum l’arte contemporanea incontra l’arte antica con una mostra imperdibile

La biblioteca antica del Neues Museum accoglie l’opera A View Becomes a Window dell’artista danese Olafur Eliasson

Fino al 16 gennaio 2022, l’arte contemporanea di Olafur Eliasson incontra l’arte antica della magnifica Niobidensaal, la Biblioteca delle Antichità, in cui sono contenuti papiri e antichi testi egizi. Tra riflessi e giochi di luce, l’installazione dialoga elegantemente con l’ambiente circostante, creando un affascinante contrasto. A View Becomes a Window è un’opera che, dal 2013, sta facendo il giro del mondo. Ideata per festeggiare i venticinque anni di Ivory Press, fa parte di una collezione di nove creazioni uniche che reinventano il concetto di libro. Passando per il MoMa di New York, il Reina Sofía di Madrid, l’Università di Oxford, tra molti altri, arriva ora a Berlino, nell’incantevole cornice del Neues Museum.

Olafur Eliasson, A View Becomes a Window

Olafur Eliasson, A View Becomes a Window, Neues Museum Berlin. © Alessandra Tognolatti

A View Becomes a Window al Neues Museum, il libro come finestra su noi stessi

Grande quanto un atlante, il libro ha una copertina in pelle ma la carta è sostituita da vetro soffiato, creato da artigiani della Glashütte Lamberts, a Waldsassen. Nelle pagine di vetro dai colori sfumati sono intagliate forme ellittiche e circolari, che incorniciano il volto del lettore e sembrano nascondere qualcosa al loro interno. L’opera invita infatti il visitatore a interrogarsi su ciò che si cela tra le pagine, specchiando il proprio volto tra le sfumature cromatiche. L’installazione propone così un’esperienza diversa tra libro e lettore, giocando sul contrasto con i papiri presenti nella biblioteca e tentando di dare una nuova interpretazione all’arte del leggere. Di primo impatto, il libro potrebbe sembrare un corpo alieno catapultato nell’antica Niobidensaal. Prestando attenzione, tuttavia, ci si rende conto che l’installazione ben si colloca nella più ampia cornice del Neues Museum, in cui coabitano un’anima contemporanea e un’anima antica, grazie al magistrale restauro dell’architetto David Chipperfield.

Olafur Eliasson, A View Becomes a Window

Olafur Eliasson, A View Becomes a Window, Neues Museum Berlin. © Alessandra Tognolatti

Olafur Eliasson, artista visionario

Eliasson, cresciuto e formatosi tra Islanda e Danimarca, si è trasferito nel 1995 a Berlino, dove ha fondato lo Studio Olafur Eliasson, che conta tutt’oggi sulla collaborazione di artigiani, architetti e ricercatori. A segnare il punto di svolta nella sua carriera, il compito di realizzare il padiglione della Danimarca alla Biennale di Venezia nel 2003. Da quel momento in poi Eliasson è diventato un punto di riferimento per quanto riguarda progetti architettonici e installazioni pubbliche, e le sue opere hanno iniziato a viaggiare tra musei di fama mondiale. Aperta a contaminazioni con l’architettura e la fisica, la sua arte è un continuo gioco di luci, colori ed effetti ottici.

 

 

Olafur Eliasson – A View Becomes a Window 

dal 23 settembre al 16 gennaio 2022, Neues Museum Berlin, Bodestraße 1-3, 10178 Berlin

Orari: 10.00-18.00, martedì-domenica

Ingresso con biglietto del Neues Museum

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *