https://pixabay.com/it/notte-festival-club-musica-techno-629084/

Tribunale tedesco: « La techno è musica ». E i club hanno gli stessi diritti delle sale da concerto

La seduta è tolta: la techno è musica e i nightclub godranno degli stessi benefici delle sale da concerto. I club pagheranno il 12% di tasse in meno sulla vendita dei biglietti

Una boccata di ossigeno per i club techno. 
I dati sono oggettivi: il visitatore medio di questi club, li frequenta principalmente per ascoltare musica techno. 
Il DJ è un musicista, e la sua console, indispensabile alla creazione di questo genere, è in questo caso uno strumento degno del suo nome.
Per questa ragione il Tribunale delle Finanze federale ha deciso che le tasse sulla vendita dei biglietti saranno ridotte del 12%. I club, quindi, non pagheranno più il 19% di tasse, ma solo il 7%, lo stesso beneficio riservato alle sale da concerto.
Finalmente una buona notizia per i club techno, ormai chiusi da oltre sei mesi a causa del Coronavirus.

Una buona notizia, ma riuscirà a fare la differenza?

Stando a quanto riportato da Nighttime, la corte ha deliberato che le performance dei DJ hanno il potere di trasformare un evento in un concerto, sebbene le esibizioni si ripetano con cadenza settimanale. 
Per dar vita alla musica techno, realizzano infatti inedite sequenze di suoni.
Eppure secondo alcuni, quest’aiuto, per quanto giunga lieto, non riuscirà ad evitare la chiusura di molti club, ormai stremati dalle conseguenze della pandemia.

Lo scorso maggio centinaia di imbarcazioni avevano sfilato sulla Sprea per protestare contro la chiusura dei club

Ad attirare l’attenzione è stato probabilmente un evento dello scorso maggio. Una protesta sul fiume Sprea in supporto dei locali chiusi si trasformò quasi subito in un party techno, attirando così centinaia di imbarcazioni.
La festa fu bloccata dalla polizia, poiché irrispettosa delle misure anti-Covid. La Berlin Club Commission allora, già in forti difficoltà a causa della pandemia, mise le mani avanti. Non ne erano responsabili, ma sicuramente lieti del supporto dimostrato dalla grande famiglia della musica techno.

Leggi anche «Club di Berlino capro espiatorio dell’aumento dei contagi. Nessun numero li mostra responsabili»

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *