Giovanni Trapattoni star dello spot di un supermercato tedesco: “Ich habe fertig”

L’ex ct della nazionale italiana, nonché del Bayern Monaco, Giovanni Trapattoni è diventato testimonial della catena di supermercati tedeschi  Netto

Giovanni Trapattoni si conferma uno degli italiani più amati in Germania. La catena di discount Netto ha scelto l’ex allenatore della nazionale italiana come uomo copertina per il lancio delle loro nuove offerte. Grazie all’autoironia del nostro Trap, la Netto ha incentrato la propria campagna sulla famosa conferenza stampa al Bayern Monaco del 1998 in cui l’allenatore accusava i propri giocatori di scarsa professionalità. La figura dell’italiano è usata per vari spot, ma non solo. La sua immagine appare anche per la cartellonistica all’interno degli stessi supermercati.

Giovanni Trapattoni e il video pubblicitario da 600.000 visualizzazioni

Il primo spot pubblicitario della Netto con Giovanni Trapattoni “Flasche leer? Voll günstig!” ha fatto il boom di visualizzazioni su Youtube. Pubblicato il 6 Maggio 2020, il video ha già fatto registrare oltre 600mila visualizzazioni. Il primo spot come tutta la campagna della Netto riprende la conferenza stampa del 1998 al Bayern Monaco che ha contribuito a rendere leggendaria la sua esperienza sulla panchina bavarese. La prima analogia è proprio nel titolo dello spot stesso Flasche leer, bottiglia vuota. Questa volta, però, il Trap non si riferisce all’impegno di alcuni suoi giocatori, ma alla possibilità di risparmiare per via del Pfand, il deposito per il vetro riconsegnato. Il video giocando con l’accento maccheronico del protagonista continua a farci sorridere per tutta la sua durata terminando esattamente come la conferenza di 22 anni fa. Il tecnico italiano, infatti, conclude con la frase ich habe fertig, sbagliando così nuovamente il verbo ausiliare (usa “habe”, ho, invece di “bin” del verbo essere) , per il visibilio del pubblico tedesco.

Trapattoni e il calcio tedesco, le tre stagioni al Bayern di Monaco

Trapattoni approda al Bayern di Monaco nell’estate del 1994 una volta finita l’avventura alla Juventus.  I primi mesi del tecnico italiano sembrano  l’inizio di un matrimonio duro a morire. L’allenatore ha vinto già tanto sia in Italia che in Europa ed è accolto come una superstar dalla stampa tedesca. L’entusiasmo però finisce però presto. Il Bayern Monaco fatica in campionato e il Trap lascia al termine di una sola stagione.  Dopo un breve ritorno in Italia, il tecnico italiano riprende la guida della squadra bavarese nel 1996. Questa volta l’esperienza è vincente e dura due anni durante i quali conquista una Bundesliga, una Coppa di Germania e una Coppa di Lega.

Leggi anche: Bayern Monaco, Ancelotti si presenta ai tifosi e già stupisce tutti col suo tedesco

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine copertina: Screenshot da YouTube

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *