La Sprea, storia e curiosità del fiume simbolo di Berlino

L’associazione Berlino – Sprea è diffusa in tutto il mondo ed è più che giustificata. Un pò di storia sul fiume simbolo della capitale tedesca e su come contribuisce a renderla unica nel suo genere

Il fiume Sprea (in tedesco Spree) è il fiume principale di Berlino. Nasce a Spreedorf, tra i monti della Lusazia in Sassonia, da tre sorgenti distinte. Per un tratto delimita la frontiera con la Repubblica Ceca. Passando per la regione nord-orientale del Brandeburgo attraversa la foresta della Sprea a Cottbus fino ad arrivare nella capitale tedesca dove confluirà nel fiume Havel. Il suo nome deriva dalla parola slava spiawe che significa “fiume dei Sorbi” e indicava il nome della popolazione che abitava lungo le sue sponde. Il fiume è lungo circa 400 chilometri, di cui 182 navigabili. Passando per il centro di Berlino regala alla città scorci e atmosfere uniche. Senza la Sprea non avrebbe ragione d’esistere la nota isola dei musei e il panorama tra il Reichstag e i nuovi edifici del governo tedesco non sarebbe così suggestivo.

View this post on Instagram

Museumsinseln 🥰 📸The #photooftheday of @fa_uau

A post shared by Berlino Magazine (@berlinomagazine) on

La storia del fiume durante gli anni del Muro di Berlino

Il fiume Sprea e il Muro di Berlino correvano parallelamente uno di fianco all’altro per quasi due chilometri. Dal 1961 al 1989 il fiume non solo ha diviso in due l’odierna capitale tedesco ma l’intero mondo occidentale da quello comunista. Lungo le sue sponde correva il confine tra i distretti di Kreuzberg (Ovest) e Friedrichshain (Est). Anche se in questo punto, dove oggi si trova l’East Side Gallery, Berlino Est controllava l’intera larghezza della Sprea. Più e più volte i cittadini dell’Est hanno cercato di scappare ad Ovest attraverso il fiume. E purtroppo, altrettanti ci hanno perso la vita. Per sopperire ai tentativi di fuga vennero poste barche di pattuglia, recinzioni sottomarine e barricate di navi. Venne così a formarsi un confine acquatico tanto pericoloso quanto quello di terra.

I battelli che solcano la Sprea offrono un punto di vista eccezionale per ammirare Berlino

Il fiume Sprea bagna Berlino in diversi punti ed è possibile percorrerlo con un battello. Questi tour permettono di vedere la maggior parte delle attrazioni berlinesi in poco tempo. La crociera più emozionante è sicuramente quella di Berlino Est che passa attraverso l’isola dei musei, dove si trovano i 5 grandi musei della città. Le compagnie che offrono una gita in barca sono numerose e il biglietto è piuttosto economico. Solitamente le “mini crociere” si tengono a bordo di piccole imbarcazioni scoperte in modo da poter passare sotto i numerosi ponti. Si possono scegliere diverse tipologie di tour che variano da 1 a 4 ore di tempo. Le crociere sono anche incluse nelle CityCard e nei servizi di bus city-sightseeing.

View this post on Instagram

⠀ ⠀ b l e e d i n g l i g h t s .

A post shared by ᴠᴇʀᴀ (@_berlin.stories) on

Leggi anche: Chris Gueffroy, la triste storia del ventenne ultima vittima del Muro di Berlino

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Immagine di copertina: foto di redazione

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Leggi anche: La Sprea, storia e curiosità del fiume simbolo di Berlino […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *