Ha riaperto Il Kino, il cinema salotto di Berlino dall’animo e con tanti film italiani

Il bel cinema di Neukölln ha una programmazione sempre molto interessante e con qualche titolo italiano: tra settembre e ottobre è la volta di Il traditore e Martin Eden

Il KINO non è solo uno dei più accoglienti cinema di Berlino, ma anche uno di quelli con la programmazione più vivace ed adatta anche a chi non parla bene tedesco. Tutti i film sono in lingua originale e accompagnati – dipende però dalla proiezione – o da sottotitoli in inglese o in tedesco. Il suo successo è dovuto all’impegno e alla creatività della sua proprietaria, Carla Molino, catanese d’origine, ma ormai berlinese d’adozione che – per aiutare anche il cinema italiano ad emergere in Germania – ogni mese mette in cartellone anche almeno un film del Belpaese. A settembre 2020, il mese che dovrebbe segnare il vero ritorno in sala da parte degli spettatori cittadini dopo settimane di (soprattutto) arene, è la volta di Il traditore. A ottobre sarà invece il momento di Martin Eden. Due bei film della stagione appena passata da godersi in italiano con sottotitoli in tedesco.

Il Traditore la trame

La maestria di Bellocchio si sposa con la storia vera Tommaso Buscetta per un film che racconta la mafia italiana dagli anni ’80 fino alla morte dello stesso pentito, avvenuta nel 200.  Presentato al festival di Cannes e eelezionato per rappresentare l’Italia agli Oscar 2020 nella sezione del miglior film in lingua straniera (ma si è fermato prima delle candidature ufficiali), il film è costruito sulla grandiosa performance di Pierfrancesco Favino vincitore del David di Donatello (sei in tutto, compreso miglior regista, sceneggiatura originale, montaggio e attore non protagonista a Luigi Lo Cascio.

Martin Eden, la trama

Diretto da Pietro Marcello e liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Jack London del 1909racconta dell’eponimo Martin Eden, giovane marinaio di modeste origini che, venuto a contatto con la borghesia di Napoli, decide di iniziare a studiare e diventare scrittore. La sua sete di conoscenza non si ferma con il successo e travasa anche nell’impegno politico fino a diventare una vera e propria ossessione. Presentato in concorso alla 76ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, ha portato Luca Marinelli alla vittoria Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile.

La storia di Il KINO

Se il nome non vi sembra nuovo, la ragione è semplice. Allo stesso modo si chiama quel cinema inaugurato nel 2010 a Roma, grazie all’iniziativa di 54 giovani professionisti della settima arte decisi a fare rifiorire una vecchia sala d’essai del quartiere Pigneto con un restauro e una selezione artistica purtroppo poi chiusi alcuni anni dopo.  Tra di loro all’epoca c’era la documentarista Carla Molino, colei che sta anche dietro all’apertura di Il Kino berlinese inaugurato il 1 novembre 2014: «Ho trovato il locale quasi per caso nel 2012. Data la sua conformazione e posizione mi è venuto subito in mente Il KINO romano». Oggi la vita di Carla si divide soprattutto tra il KINO, i due piccoli gemelli e altri progetti legati sempre al cinema, una passione che non poteva spegnersi anche dopo tutto questi mesi di astinenza dalle grandi sale.

Il KINO

Nansenstrasse 22 – Berlin-Neukölln

ingresso: da 8 €

ps: per controllare la programmazione di Il KINO e acquistare i biglietti potete cliccare qui

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *