Germania, polizia scopre rete di traffici di droga su chat Telegram

Intervento delle forze dell’ordine contro lo spaccio sulla piattaforma di messaggistica Telegram, 28 i sospettati

Le autorità tedesche hanno rilevato e sequestrato nove gruppi Telegram in cui si vendevano droghe, documenti falsi e altre merci illegali. Dopo mesi di indagini, le forze dell’ordine hanno identificato gli amministratori e i commercianti e hanno perquisito le loro abitazioni. «Le transazioni illegali tra commercianti e acquirenti vengono poi gestite in chat separate tra i singoli utenti di Telegram», scrive in un comunicato stampa la Procura generale di Francoforte sul Meno. Un banner di sequestro è stato pubblicato nelle chat, che contenevano più di 8’000 membri.

I sospettati sono 28

La Procura generale, insieme all’Ufficio federale di polizia criminale (BKA) e ad altre forze dell’ordine, indaga dal giugno 2020 sugli amministratori delle chat e sui loro spacciatori. In totale sono stati identificati 28 sospetti e successivamente sono stati ottenuti mandati di perquisizione. «Nel corso delle perquisizioni degli appartamenti dei sospetti sono stati sequestrati anche più di quattro chilogrammi di stupefacenti, otto armi e 8.000 euro in contanti, oltre a numerosi altri elementi di prova, in particolare smartphone e vari supporti per  dati», scrive il Procuratore generale. Gli imputati sono sospettati di aver scambiato illegalmente stupefacenti, documenti falsi e dati ottenuti illegalmente tramite Telegram.

Leggi anche: Tetto sugli affitti di Berlino: altri 340mila appartamenti presto più economici

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *