Germania, nuovo bonus per i genitori: 300€ a bambino

In Germania ogni famiglia riceverà un bonus di 300 euro per ogni bambino

Il Parlamento ha deciso che tutte le famiglie di tutta la Germania riceveranno un bonus per ogni bambino. Il Kinderbonus fa parte di un pacchetto di stimolo economico di 130 miliardi di euro che mira a rilanciare l’economia e a sostenere le persone in Germania. Le famiglie riceveranno una somma di 300 euro a bambino. Il denaro sarà trasferito a settembre e ottobre in due rate di 150 euro ciascuna e sarà versato ai genitori insieme all’assegno per i figli (Kindergeld).

Un segno di gratitudine verso i genitori

Il versamento del denaro a supporto delle famiglie simboleggia anche il riconoscimento dell’impegno dei genitori che hanno dovuto assumere l’insegnamento e la cura dei loro figli quando le scuole e gli asili hanno dovuto chiudere per arginare la diffusione di Covid-19, ha riferito lo Spiegel. Il Kinderbonus sarà concesso a tutti i bambini che avranno diritto agli assegni familiari nel 2020. Pertanto anche le famiglie con bambini che nasceranno quest’anno riceveranno i soldi. Il bonus andrà a beneficio soprattutto delle famiglie a basso reddito.

Altre misure di sostegno

Perché ciò avvenga, è ancora necessaria l’approvazione del Bundestag e del Bundesrat. A tale scopo si terranno delle sessioni speciali il il 29 giugno. Tra le misure elaborate dalla grande coalizione, composta dai cristiano-democratici di centro-destra di Angela Merkel (CDU) e dai socialdemocratici di centro-sinistra (SPD), sono inclusi anche un taglio dell’IVA e il sostegno alle imprese. Si prevede un abbassamento dell’IVA già dal primo luglio.

Leggi anche: La DB vuole lanciare un biglietto più economico e flessibile per chi viaggia in treno

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 48 ore (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *