Germania, guida al nuovo aiuto a imprese e autonomi. Chi ne ha diritto, come e dove chiederlo

La Germania torna ad aiutare imprese e lavoratori autonomi: ecco nel dettaglio come funziona tutto

La Germania torna ad aiutare le imprese e i lavoratori autonomi toccati dalle restrizioni entrate in atto il 28 ottobre 2020 e lo fa sottolineando un principio molto chiaro: l’aiuto è proporzionale a quanto dichiarato in passato. Oltre alle aziende che sono state costrette a chiudere temporaneamente l’aiuto è dedicato a tutte quelle società e lavoratori autonomi che possono dimostrare di generare l’80% del proprio fatturato grazie alle aziende direttamente toccate dalle restrizioni.  Quanto segue è scritto grazie allo studio di varie fonti (come questa) e alla preziosa consulenza dello studio Barner & Mastella.

Gli aiuti alle imprese di che cifre si parla e fino a quando è valido l’aiuto

Le sovvenzioni per le imprese e i lavoratori autonomi equivalgono al 75% del fatturato settimanale medio del novembre dello scorso anno fino ad un massimo di 1 milione di €.  Il fatturato realizzato a novembre nonostante la chiusura (si pensi ai ristoratori che hanno chiuso il locale, ma continuano a fare consegne) non verrà preso in considerazione a meno che non superi il 25% del fatturato di novembre dello scorso anno. Se ad esempio un’attività chiusa a novembre, con vendite online tocca il 30% del fatturato di novembre 2019, allora il finanziamento effettivo a cui avrà diritto (gli aggiustamenti saranno fatti con conguaglio) sarà del 70% e non del 75%. Il massimo dovrà essere 100%, non è possibile un sovra-finanziamento oltre al fatturato dell’anno precedente. Nel caso dei ristoranti il calcolo del fatturato dell’anno passato si applica solo a quello oggetto ad aliquota IVA piena e cioè pasti consumati al ristorante.

Gli aiuti ai lavoratori autonomi di che cifre si parla e fino a quando è valido l’aiuto

I lavoratori autonomi hanno gli stessi diritti delle imprese e potranno attingere allo stesso tipo di aiuto. Hanno due modalità per calcolare l’aiuto a cui hanno diritto. Il primo è lo stesso delle imprese, ovvero il 75% del fatturato di novembre 2019. L’altro è utilizzare il fatturato settimanale medio dell’anno 2019 e calcolare sulla base di questo la perdita media da rimborsare al 75%.

Come chiedere l’aiuto

Le domande possono essere presentate tramite la piattaforma informatica nazionale dei sussidi: www.ueberbrueckungshilfe-unternehmen.de . Il sito non è ancora attivo, lo sarà nei prossimi giorni (non c’è una data precisa al momento) . Mentre le aziende devono presentare domanda attraverso un consulente fiscale/revisore/commercialista, i lavoratori autonomi possono presentare domanda senza l’obbligo di farsi assistere da un professionista.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Photo: © CC0 – Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *