Friedrichswerdersche Kirche, la splendida chiesa di Berlino disegnata da Schinkel

La ristrutturazione della Friedrichswerdersche Kirche è stata finalmente completata

I berlinesi avranno presto la possibilità di accedere nuovamente alla magnifica Friedrichswerdersche Kirche. Nella seconda metà del 2020, la chiesa tornerà ad ospitare la Alte Nationalgalerie come prima della chiusura del 2012.

La storia della chiesa

La chiesa fu costruita dall’architetto Karl Friedrich Schinkel nel periodo tra il 1824 e il 1830 (quasi in concomitanza con l’Altes Museum). L’edificio è la prima perla del Neogotico tedesco nonostante i gusti del suo stesso architetto. Schinkel infatti aveva sempre coltivato un’ammirazione per le forme greche e romane e avrebbe preferito un edificio di stile Neoclassico. L’Altes Museum, il cui colonnato è immediatamente riconoscibile sull’Isola dei Musei, è opera sua e rispecchia pienamente la sua attitudie classicista. Tuttavia, l’architetto piegò i suoi desideri agli ordini del Principe Federico Guglielmo IV, che voleva che il suo luogo di culto fosse completato secondo il ‘vecchio stile tedesco’, cioè il Gotico. Dati i pochi finanziamenti a sua disposizione, Schinkel optò per una chiesa a navata singola, prendendo spunto dalle cappelle collegiali inglesi. Di interesse è il materiale scelto per l’edificio: il mattone rosso. Probabilmente scelto per la sua affinità con alcuni celebri edifici gotici, la Friedrichswerdersche Kirche è in realtà il primo grande progetto ad essere completato in mattoni sin dal Medioevo.

Conversione e riconversione

Una volta completata, la chiesa venne usata dalla tedesca tedesca e da quella francese. Purtroppo, l’edificio fu severamente danneggiato dai bombardamenti del secondo conflitto mondiale e non venne riparata definitivamente fino al 200° anniversario della nascita di Schinkel. La ristrutturazione andò avanti dal 1979 al 1986. La Friedrichswerdersche Kirche riapre finalmente nel 1987 per il 750° anniversario della fondazione della città. Le autorità della DDR scelsero di utilizzare la chiesa, ormai sconsacrata, come spazio aggiuntivo della Alte Nationalgalerie: l’edificio ospitava una mostra permanente di sculture del 19° secolo. Nel 2012 l’edificio fu chiuso indefinitavamente, a causa di un danno strutturale dovuto all’attività degli edifici vicini. Finalmente, dopo che i lavori sono stati completati nell’ottobre 2019, la chiesa sarà riaperta dalla seconda metà del 2020.

Leggi anche: Gethsemanekirche la Chiesa della resistenza fondamentale per la caduta del Muro

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Immagine di copertina: © Staatliche Museen zu Berlin / David von Becker

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *