Covid, la Germania ha paura dei nazionalismi legati al vaccino. “Si deve cooperare”

La Germania ricorda che bisogna cooperare per sconfiggere il Covid-19. Il Presidente tedesco lancia appello al Vertice Mondiale della Salute.

Sono passati molti mesi da quando ormai le nostre vite e la nostra quotidianità sono cambiate radicalmente a causa della pandemia da Covid-19. A distanza di quasi due mesi dalla fine di questo anno che di positivo ci lascia ben poco, i medici e gli studiosi di tutto il mondo si avvicinano sempre più alla soluzione per sconfiggere il virus: il vaccino. Il Presidente tedesco Frank Walter Steinmeier è intervenuto all’inizio del Vertice Mondiale della Salute a Berlino dicendo che «nessuno è in salvo dal Covid-19, nessuno è in salvo fino a quando tutti saremo in salvo. Persino quelli che hanno battuto il virus dentro i propri confini rimangono prigionieri di quegli stessi confini fino a quando non sarà battuto ovunque».

Un virus che non vede frontiere, conti in banca o posizioni politiche.

L’affermazione, sottile ma lungimirante, punta a raggiungere la coscienza di ognuno di noi, qualsiasi sia la nostra posizione professionale, politica e sociale in generale. Non solo il virus colpisce allo stesso modo paesi ricchi e paesi poveri, ma sta addirittura stremando potenze mondiali come gli Stati Uniti. Lì, ad oggi, i contagi hanno raggiunto un totale di 8,7 milioni e 225 mila morti. Abbiamo visto come questo virus ha attaccato chiunque: da presidenti del governo a membri di famiglie reali allo stesso presidente degli USA. Insomma, l’unica vera arma per sconfiggerlo sembra essere il vaccino. Nonostante la soluzione sembri vicina, però, la Germania prevede già un possibile scenario futuro di problematiche internazionali per la vendita e diffusione del vaccino.

Tutti per uno, uno per tutti: il Covid dobbiamo batterlo uniti.

Steinmeier fa un appello a tutte le nazioni, incitandole a non essere egoiste una volta sperimentato il vaccino. L’appello si rivolge soprattutto ai Governi di tutte le nazioni: «se non vogliamo vivere in un mondo post-pandemia dove vige il principio di ‘tutti contro tutti e ognuno per sé stesso’, allora dobbiamo usare il lume della ragione nella società e al Governo». Il pericolo, come riferisce il Presidente tedesco, potrebbe essere la tendenza delle nazioni a riservare grandi quantità di vaccino solo alla propria popolazione, peraltro inutilmente. Al contrario, la Germania fa un appello alla cooperazione tra tutti i popoli per sconfiggere questa pandemia più in fretta e in modo efficace.

L’appello al nuovo Governo USA: “vani fino ad ora gli sforzi degli Stati Uniti.”

Infine, le parole di Steinmeir fanno riferimento alla situazione Covid-19 negli Stati Uniti, uno tra i Paesi che, più di tutti, sta soffrendo a causa della pandemia. Ha invitato Washington a unirsi all’iniziativa COVAX per lo sviluppo e la diffusione dei vaccini a livello internazionale. Ha poi spiegato che «gli sforzi di nessun paese sono stati così vani come quelli fatti dagli Stati Uniti d’America fino ad oggi». Il Presidente continua appellandosi al prossimo Presidente degli USA. Steinmeier, invita il futuro Governo, che entrerà alla Casa Bianca dal prossimo gennaio 2021, ad unirsi all’iniziativa COVAX. Nel frattempo, la Germania inizia a preparare nuovi centri di vaccinazione perché siano pronti prima del nuovo anno.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Coronavirus foto di Pete Linforth da Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *