Coronavirus, solo un tedesco su 7 è a favore di un allentamento delle restrizioni

La maggior parte dei tedeschi è contrario ad un allentamento delle restrizioni per il coronavirus

La stragrande maggioranza dei tedeschi considera adeguate o addirittura troppo generose le restrizioni alle uscite e ai contatti imposti dai politici durante la crisi del Corona. Questo è il risultato di un sondaggio rappresentativo condotto dall’istituto di ricerca YouGov per conto di Zurich Insurance con ben 2000 collaboratori. Dalla ricerca è emerso che il 79 per cento dei cittadini è contrario a un allentamento frettoloso delle restrizioni. Anzi, a loro avviso dovrebbero pure essere rafforzate. Al contrario, circa un intervistato su sette sarebbe a favore di un allentamento delle limitazioni. Inoltre, se quasi la metà degli intervistati sarebbe disposta ad accettare queste condizioni fino alle vacanze estive, il 40% invece non accetterebbe un periodo così lungo.

Due gruppi professionali guadagnano fiducia nella crisi di Corona

Due gruppi professionali in particolare stanno guadagnando fiducia durante la crisi. In cima ci sono medici e virologi. Più della metà degli intervistati ritiene che gli esperti siano in grado di affrontare la pandemia. Sembra che anche i media abbiano guadagnato in fiducia. Tre cittadini su quattro si sentono ben informati sulla situazione attuale. Il 14 per cento degli intervistati pensa che un miracolo economico dopo la fine della crisi di Corona sia concepibile. Un individuo su tre spera in un comportamento più responsabile, uno su quattro spera in una maggiore consapevolezza ambientale.

Preoccupazioni a livello economico e sociale

Le restrizioni sono necessarie, ma sono anche fonte di preoccupazione per molte persone. Il 36 per cento vede il problema più grave nelle conseguenze economiche. Quasi uno su dieci degli intervistati ha paura di perdere il lavoro e il sei per cento si preoccupa del lavoro a orario ridotto. C’è un ampio consenso tra i cittadini tedeschi sull’opportunità di tornare a fabbricare alcuni prodotti in Germania, come i dispositivi di protezione per medici e infermieri. Due terzi sono a favore di maggiori investimenti in attrezzature tecniche per gli ospedali. E più di uno su due ritiene che una maggiore sicurezza finanziaria per la popolazione sia una lezione importante della crisi. Una maggioranza ristretta considera le restrizioni sociali molto gravi. In questo contesto si parla di solitudine, di paura, di mancanza di mobilità o di attività per il tempo libero.

 

Leggi anche: Germania, la Daimler riaprirà a brevissimo le fabbriche

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 48 ore (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *