https://pixabay.com/it/bundestag-bandiera-tedesca-reichstag-2463236/

Berlino: mascherine obbligatorie in Parlamento visto l’aumento dei casi

Mascherine obbligatorie in Parlamento. La decisione, presa dal Presidente del Bundestag, si deve all’aumento dei casi di Covid-19 nella capitale tedesca.

Wolfgang Schäuble, Presidente del Bundestag, il Parlamento tedesco, ha reso obbligatorio l’uso delle mascherine per tutti i parlamentari a partire da martedì 6 ottobre. La soluzione è stata la conseguenza del recente aumento dei contagi a Berlino che ha fatto sì che quattro zone siano state dichiarate ad alto rischio. Secondo il protocollo di Berlino, infatti, una zona è dichiarata ad alto rischio quando c’è un aumento di casi maggiore a 50 per ogni 100.000 abitanti durante sette giorni consecutivi. L’obbligatorietà della mascherina è prevista non solo nell’aula principale dell’emiciclo, ma in tutti gli spazi interni del Reichstag. Per i parlamentari che non indossano la protezione sono previste multe che sfiorano i 4.000 euro.

Le mascherine possono essere rimosse solo una volta preso posto, a un metro e mezzo di distanza l’uno dall’altro, mentre il Presidente può evitare di metterla durante un discorso.

Gli altri Stati tedeschi iniziano ad introdurre nuove misure per chi viene da Berlino.

Alcuni Stati tedeschi hanno già introdotto alcune misure preventive per coloro che ritornano da viaggi effettuati nella capitale, tra i quali lo Schleswig-Holstein e la Bassa Sassonia. Tra queste restrizioni, al momento è presente l’auto-isolamento per due settimane. L’alternativa sarebbe un periodo minore di isolamento seguito da un test che dimostri la negatività al virus. A questi due Stati, si aggiunge il Rhineland-Palatinate che però ha messo in atto provvedimenti più ridotti. Altri Stati hanno invece annunciato che al momento non introdurranno nessuna restrizione a meno che l’intero Stato di Berlino non superi la soglia dei 50 contagiati ogni 100.000 persone. Il Presidente della Baviera ha espresso la sua preoccupazione e spera di non «arrivare alla stessa situazione di Madrid o di Parigi, con un lockdown totale». Sottolinea poi che la vita sociale e pubblica sarebbe annullata totalmente nel caso in cui si dovesse procedere in questo modo.

A Berlino nuove misure per il contenimento dei contagi.

«La pandemia è ancora da prendere sul serio», afferma Schäuble. L’entrata del nuovo obbligo coincide con gli incontri degli alti funzionari di Berlino avvenuta martedì 6 ottobre, durante i quali si è discusso sulle nuove misure di contenimento della pandemia. Una delle nuove restrizioni adottate è stata la chiusura di bar, ristoranti, bar, kneipe e späti dalle 23 alle 6, un divieto che entrerà in vigore da sabato 10 ottobre fino a sabato 31 ottobre. Dopo le 23, inoltre, saranno vietati assembramenti di più di 5 persone. Il numero massimo di partecipanti a feste private che si svolgono in sale al chiuso è sceso da 10 a 25. Al momento, ricordiamo che la Germania registra quotidianamente più di 2.000 casi

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay – Licenza di Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *