Berlino, ladro con infradito deruba due banche

Trentanovenne arrestato a Berlino per aver derubato due filiali commerciali “con stile”

Capelli, T-shirt e pantaloni scuri cosi come zainetto e le infradito indossati. Si tratta del’insolito abbigliamento casual del ladro di banche a Berlino. Come riporta il B.Z. la pubblicazione di chiare immagini catturate dalle circostanti videocamere di sorveglianza, ha consentito alla polizia criminale berlinese di procedere con l’arresto di un trentanovenne sospettato del furto a ben due filiali commerciali martedì mattina a Berlino. A convincere gli inquirenti che si tratti la medesima persona per entrambi i casi è l’adozione della medesima tattica con la sola differenza di nemmeno un’ora tra un furto e l’altro. Un corpo di polizia speciale della SEK, inoltre, ha immediatamente messo in sicurezza e setacciato le zone colpite. Le due filiali interessate, infine,  hanno potuto riaprire già nel tardo pomeriggio di martedi. Fortunatamente in entrambi i casi non ci sono stati feriti e vittime, sebbene l’attentatore fosse armato di coltello.

Stessa tattica, stesso stile, stesso colpevole

Hauptstraße 23/24, Schöneberg, Berlino. Si tratta della sede della prima filiale commerciale che martedì mattina attorno alle 9.15 è stata teatro di un tremendo assalto. Secondo le descrizioni di un testimone oculare raccolte dalla polizia berlinese, a compierlo pare sia stato un giovane uomo dall’abbilgiamento piuttosto insolito, in età compresa tra i 30 e i 40 anni. Armato di coltello, prosegue il racconto, il malvivente avrebbe prima minacciato un cassiere per poi farsi facilmente consegnare i soldi pretesi. Una volta ottenuti, sarebbe poi fuggito con tanto di mascherina protettiva in perfetto stile Covid-19 in sella alla sua bicicletta. Il malcapitato, cassiere quarantanovenne, è stato trasportato in ospedale per via di un forte stato di shock e rilasciato poco dopo. Oltre a questo evento increscioso, non vi sono vittime e feriti.

Passano a stento trenta minuti, ed ecco arrivare nuovamente un allarme di furto presso un’altra filiale commerciale. Questa volta si tratta della filiale situata Kurfürstendamm 237 Ecke Rankestraße, Charlottenburg. La dinamica, tuttavia, si ripete: secondo quanto riportato dal Morgenpost, l’assalitore, piuttosto giovane, minaccia nuovamente il cassiere, per ottenere denaro. L’esito, però, cambia: costretto alla medesima fuga in bici senza il bottino sperato grazie all’intervento di un efficientissimo sistema di sicurezza. Con l’arrivo immediato di ben 100 forze appartenenti al corpo speciale della SEK (Spezialeinsatzkommando), le zone colpite sono state immediamente circoscritte e messe in sicurezza per consentire le indagini. Non vi è stata, inoltre, alcuna necessità di interdire le strade adiacenti al traffico mentre le filiali sono state riaperte già nel pomeriggio. Le nitide immagini fornite da sistemi di videosorveglianza hanno, infine, contribuito a tracciare un più preciso identikit del malvivente già nella tarda serata di martedì.

Il 4 agosto un’altra rapina

Sfortunatamente non è la prima volta che banche e furgoni portavalori sono nel mirino di rapinatori e malviventi. Secondo una ricostruzione del Morgenpost, martedì 4 Agosto è stato il turno di Berlin-Wilmersdorf. Con una dinamica leggermente diversa, un gruppo di almeno cinque persone avrebbero tentatu una rapina contro una banca della zona. Quattro di costoro hanno poi cercato di assalire la Volksbank-Filiale, Bundesplatz. Questa volta, però, ad avere la peggio è stato una guardia sulla quarantina. Tentando di bloccare il colpo, quest’ultimo è rimasto ferito, per fortuna, non mortalmente. Il tutto si è svolto mentre il quinto malvivente attendeva in un Audi S6 nell’adiacente autostrada A100. La carcassa del veicolo in questione è stata poi ritrovata nel bel mezzo di alcuni campi coltivati nella vicina Britz. Poichè le ricerche proseguono, si confida nella possibilità di servirsi di alcuni video o filmati che abbiano potuto immortalare i malviventi. Ad essere ricercati sono uomini che tra circa le ore 9 e 10 abbiano viaggiato a bordo di un Audi scura nei pressi della Innsbrucker Platz e all’uscita della Detmolder Straße.

Leggi anche: Università tedesca offrirà borse di studio a chi “non farà niente”

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Screenshot da Youtube

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *