Berlino, la pizzeria napoletana Malafemmena apre anche a Prenzlauer Berg

Berlino avrà un secondo Malafemmena: l’accordo per il locale è ufficiale e sono già iniziati i lavori.

Avverrà a breve. Una data in realtà c’è già, ma bisogna fare le cose per bene e così, per il momento, è meglio non citarla. Sappiate però che il conto alla rovescia per un nuovo Malafemmena è iniziato e l’attesa non sarà affatto lunga. Qualcosa invece possiamo dirvela sul quartiere: sarà Prenzaluer Berg, sulla Danziger Straße. Il celebre locale napoletano aperto a maggio 2016 avrà quindi (finalmente) una sua base anche per chi, vivendo lontano da Friednau, vorrebbe una relazione più stretta con la vera pizza partenopea. Lo slogan “In Bufala we trust” è pronto a conquistare anche l’altra parte della città.

View this post on Instagram

#avpn #pizza #instafood #foodblogger #brln#pizzanapoletana #berlin

A post shared by Malafemmena.Berlin (@malafemmena.piu39.berlin) on

Malafemmena, il menù del nuovo locale

Non mancheranno i grandi classici della pizza, curati da Salvatore Ciniglio e Seby Luongo. Margherita provola e basilico, Verace napoletana con mozzarella di bufala, Salsiccia e friarelli, Pesto e pomodorini e del Piennolo (a causa del pomodoro usato tipico del Vesuvio) sono solo alcune delle delizie con cui Malafemmena, aperto a maggio 2016, è diventato in breve tempo un’istituzione in città. Il nuovo locale proporrà più alternative vegane, vini naturali e spritz ad un prezzo speciale. La vera novità però è che sarà aperto già dalla mattina offrendo sfogliatelle, cornetti e pastiere, insomma un vero bar napoletano di cui a Berlino si sentiva proprio la mancanza. E a curarlo sarà Paolo Russo, proprietario del vecchio bar Bianco a Berlino.

Malafemmena, la storia del locale

Aperto a maggio 2016, Malafemmena è ormai un’istituzione a Berlino. Sono bastati pochi giorni per  farne un punto di riferimento imprescindibile per chi ama la qualità. Le sue pizze, fatte a regola d’arte, sono state ripetutamente premiate sia in Germania che dall’Italia, come conferma il recente riconoscimento di Top Italian Restaurant all’estero rilasciato poche settimane fa dal Gambero Rosso (si veda foto sotto). Dietro all’ambizioso progetto di Malafemmena c’è l’intraprendenza e la serietà di Emmanuele Cirillo, 36 anni, nato e cresciuto a Torre Annunziata, ex direttore di produzione televisivo. Il nuovo locale sarà frutto della sua collaborazione con Andrea Villanis, artista napoletana di base a Berlino che aveva già realizzato alcuni progetti artistici per il primo Malafemmena.

Per seguire tutti gli aggiornamenti sull’apertura del secondo Malafemmena seguite la loro pagina Facebook

banner scuola berlino schule

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *