Alcol

Uno studio dimostra che l’alcol aiuta a parlare una lingua straniera

È vero, bere alcol può aiutare a conversare in una lingua straniera. A dimostrarlo è un esperimento scientifico condotto da ricercatori olandesi e tedeschi

Lo studio pubblicato sulla rivista scientifica Journal of Psychopharmacology dimostra che in seguito all’assunzione (non eccessiva) di bevande alcoliche si parla con maggiore fluidità una lingua diversa dalla propria. L’esperimento ha coinvolto 50 studenti universitari tedeschi fuori sede che frequentano la Maastricht University in Olanda e seguono dunque le lezioni in olandese.

[adrotate banner=”34″]

Alzare un po’ il gomito aiuta ad essere più disinvolti

È scientificamente provato che dopo un boccale di birra o un bicchiere di vino ci si sente più disinvolti. L’alcol aiuta a combattere le insicurezze e favorisce quel senso di disinibizione che aiuta nei contesti di socializzazione e divertimento collettivo. Se da un lato bere può aiutare a rompere il ghiaccio, quanto può facilitare però chi è alle prese con una chiacchierata in lingua straniera? Difatti l’alcol non è solo un valido amico per uscire fuori dal guscio ed esprimersi con disinvoltura, ma influenza anche negativamente la memoria e il tasso di attenzione e aumenta esageratamente la sicurezza di sé. Eppure, nonostante questi effetti collaterali, lo studio effettuato in Olanda dimostra che sotto gli effetti dell’alcol si comunica in una lingua straniera con maggiore disinvoltura.

L’esperimento scientifico

L’esperimento ha coinvolto 50 studenti tedeschi frequentanti l’università di Maastricht, ai confini tra Olanda e Germania, e dotati di una buona competenza della lingua olandese. A ciascuno è stato chiesto di avere una brevissima conversazione in olandese con un madrelingua. Durante il colloquio ad una metà è stato offerto da bere dell’alcol, all’altra solamente acqua. Ogni conversazione è stata registrata e ascoltata da altri madrelingua olandesi ignari di chi avesse bevuto alcol e chi no. I nativi olandesi hanno valutato che il gruppo di studenti a cui era stata offerta una bevanda alcolica aveva competenze linguistiche migliori rispetto all’altro. Nello specifico si distinguevano in quanto a pronuncia e fluidità, mentre lessico e grammatica erano più o meno invariate. Gli autori dello studio scientifico hanno sottolineato che gli effetti variano in base alla quantità di alcol e che un’eccessiva dose può portare al risultato opposto. In futuro si prevede di ripetere l’esperimento senza svelare agli studenti il contenuto della loro bevanda in modo da ridurre la possibilità di conclusioni falsate a causa dell’effetto placebo.

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

 

Foto di copertina: © kaicho20, Alcool / CC0 1.0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *