bottiglie, igorovsyannykov, https://pixabay.com/it/photos/bevande-bottiglie-mensola-lattine-3105631/ CC0

L’Italia segue la Germania, ritorna il vuoto a rendere: fino a 10 centesimi a bottiglia di plastica

Il vuoto a rendere arriva anche in Italia

Nata dalla proposta di un comune in provincia della Sardegna, da oggi fare la raccolta differenziata conviene davvero. Ogni bottiglia di plastica, infatti, vale 10 centesimi. Funziona così: in ognuna delle 14 postazioni per ora attive in tutta Italia, per ogni bottiglia inserita verrà restituito uno scontrino con un valore in euro corrispondente al totale delle bottiglie. Ad esempio, se sono 10, il valore dello scontrino sarà di 1 euro. I soldi saranno accumulati in un portafoglio virtuale e spendibili in negozi, teatri o ristoranti tramite codice QR. Le città aderenti al progetto vanno da nord a sud, come Trento, Rimini e Milano. L’idea alla base è semplice: premi e vantaggi per chi fa una corretta raccolta differenziata.

[adrotate banner=”34″]

L’iniziativa nasce in un paese nel sud della Sardegna

L’idea nasce in Sardegna, più precisamente a Guspini. Proprio nella provincia nel sud della Sardegna è nata la prima postazione in cui in cambio di una bottiglia riciclata si ottiene un bonus di dieci centesimi. L’obiettivo è molteplice: non solo sensibilizzare i cittadini a un corretto smaltimento dei rifiuti, ma anche diminuire l’emissione di CO2. L’iniziativa sostenuta da Fareraccolta è stata ampiamente approvata anche dall’amministrazione pubblica. «L’innovativo progetto ci consentirà di migliorare ancora di più i risultati della raccolta differenziata, che in un anno è passata dal 59 all’attuale 64 per cento. Siamo orgogliosi di esser il primo comune nell’isola a sostenere FareRaccolta perché siamo convinti che dalle piccole azioni possano nascere grandi risultati, in questo caso il rispetto per l’ambiente che si coniuga con l’economia locale e con un vantaggio concreto per le tasche dei cittadini virtuosi» hanno affermato il sindaco Rossella Pinna e l’assessore dell’Ambiente Bruno Serpi. Fino ad oggi, i pezzi raccolti sono 412.500, cioè in tutto 12 tonnellate di Pet.

La Germania è un modello per la gestione dei rifiuti

La Germania è un modello per la gestione dello smaltimento dei rifiuti. Dagli anni Novanta ha infatti adottato il pfandsystem o vuoto a rendere. Il sistema prevede che quando si compra una bibita in bottiglia, oltre al prezzo d’acquisto si paga il pfand, cauzione che varia dagli 8 ai 25 centesimi e che viene restituita al momento di consegna del solo contenitore. Oltre ad avere un impatto positivo sull’ambiente, stimola anche il consumatore ad adottare un comportamento rispettoso. Se la bottiglia torna al produttore, sarà l’unico a pagare per lo smaltimento del rifiuto.

[adrotate banner=”39″]
Berlino Schule tedesco a Berlino

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

Immagine di copertina: bottiglie, igorovsyannykovCC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *