In Germania arriva catena di discount russa super economica

Una catena russa si prepara a conquistare la Germania con più di 100 punti vendita

Grazie ai numerosissimi discount come Aldi, Lidl, Penny Market e Netto, i consumatori tedeschi hanno solo l’imbarazzo della scelta per decidere dove poter fare la spesa risparmiando. Secondo quanto riportato da Welt, fra poco sarà possibile fare la spesa spendendo ancora meno, anche rispetto ai supermercati appena citati. La società russa Torgservis ha infatti intenzione di aprire sul territorio tedesco numerosi punti vendita, dopo aver invaso anche la Romania. Seguendo lo slogan “Ogni giorno solo i prezzi più bassi”, l’obbiettivo di Torgservis è quello di riuscire a vendere numerosi prodotti a prezzi molto più bassi rispetto ai suoi concorrenti già presenti in Germania.

[adrotate banner=”34″]

Super facile, super economico

Era questa la filosofia che Aldi voleva perseguire quando aprì trent’anni fa. Col passare degli anni, i più noti marchi di discount hanno in parte modificato la loro filosofia di marketing basata esclusivamente sul proporre prodotti a prezzi bassissimi, cercando di offrire più comfort e una vasta gamma di prodotti anche di qualità. Secondo Michael Gerling, capo dell’Istituto di ricerca commerciale di Colonia, “I discount come Aldi e Lidl hanno notevolmente migliorato i loro concetti negli ultimi anni e si sono ispirati ai supermercati. Offrono più freschezza, assortimenti più ampi e più profondi, prodotti biologici ed equosolidali”. Invece, con merci ammassate sui pallet e arredi spartani, i punti vendita Torgservis vogliono essere una reminescenza degli hard-discount tedeschi di molti anni fa. Sempre secondo Welt, in Russia le spese per arredare i discount Torgservis non superano mai il milione di rubli (circa 13.000 euro), cifra che, probabilmente, potrebbe aumentare in Germania. Di certo è chiara la volontà della società russa di non voler  spendere denaro per decorare con inutili orpelli i loro locali. L’obbiettivo principale della catena russa è quindi di inserirsi in quella nicchia di mercato che è stata lasciata libera dagli altri discount, premendo ancora di più sul risparmio, probabilmete a discapito della qualità.

Rimane però un mistero quando aprirà il primo punto vendita

Oltre a risparmiare sugli arredi, Torgservis punta anche a vendere quasi esclusivamente prodotti di marca propira che, in percentuale, sono circa il 90-95% dell’intera gamma merceologica che il discount offre. Secondo Denise Klug, esperta di LZ Retailytics, “ci sono molti ostacoli per i russi”  proprio per il fatto che la clientela tedesca vuole risparmio ma anche qualità. Ma secondo Welt questo non sembra interessare a Torgservis: i target principali saranno gli immigrati e i cittadini dell’Europa dell’Est residenti in Germania. Inoltre, i primi 100 punti vendita saranno tutti dislocati nelle regioni della Germania orientale come Turingia e Sassonia, dove il potere di acquisto è leggermente inferiore. Torgservis sta cercando immobili che vanno dagli 800 ai 1200 metri quadrati, quindi molto più piccoli rispetto ai suoi concorrenti diretti come Aldi e Lidl. Secondo Welt il primo punto vendita dovrebbe aprire a Lipsia,. Ironia della sorte proprio in un locale dove, una volta, era presente Aldi. Ma la data di apertura rimane un mistero. Si era parlato di dicembre 2018, adesso di fine gennaio 2019, ma i vertici dell’azienda, chiamati dalla testata giornalistica, non hanno nemmeno risposto.

[adrotate banner=”39″]

Berlino Schule tedesco a Berlino

Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

Immagine di copertina: ©Alexas_Fotos, supermercato, CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *