Il Muro di Berlino: istruzioni per l’uso, il nuovo libro sulla capitale tedesca scritto dall’italiano Federico Meda

Esce in libreria Il Muro di Berlino: istruzioni per l’uso, un’ottima e scorrevole guida per conoscere meglio la storia del più importante (e malinconico) monumento della capitale tedesca

“Rimangono indimenticabili le istantanee di quella stagione a cavallo tra il 1989 e il 1990: il direttore d’orchestra russo Rostropovič che suona il violoncello lungo il Muro, i turisti accorsi armati di Hammer und Meißel (martello e scalpello), i writer che rendono immortale quel tratto di oltre un chilometro che risponde al nome di East Side Gallery. Willy Brandt che regala l’ennesima frase ai posteri: «Jetzt wächst zussamen, was zusammengehört!» (Ora cresce insieme ciò che si appartiene). In tre parole, il Muro cade ed inizia il periodo ribattezzato Die Wende, la svolta. Gli occhi del mondo intero sono su Berlino, Germania. Non si parla d’altro. Si riapre la Porta di Brandeburgo, si riaprono le stazioni fantasma, i ponti, gli aeroporti fino alla ratifica del trattato d’unione e alle prime elezioni. Poi, con la città nuovamente capitale del paese, si conclude questo iter e l’attenzione si sposta altrove. Berlino si trasforma…”

Inizia così la nota d’autore che precede la lettura di Il Muro di Berlino: istruzioni per l’uso, godibile libro di Federico Meda recentemente pubblicato per Ediciclo Editore. Si inizia con una cronologia della storia del Muro per arrivare ad una guida, divisa per tappe, su come percorrere la celebre pista ciclabile lì dove un tempo c’era il confine. Nel mezzo: un abbecedario del Muro, interviste a chi visse quel periodo in prima persona, libri e film consigliati e tanto altro. Un vero e proprio manuale, molto godibile (lo abbiamo letto nel giro di un paio di giorni qui in redazione) per capire e scoprire storie ed aneddoti su una città in continuo cambiamento. Ne abbiamo voluto parlare con il suo autore, Federico Meda, giornalista e scrittore per anni residente a Berlino (ma da poco tornato nella natia Milano).

Il Muro di Berlino: istruzioni per l’uso. La genesi dell’idea

«La pista ciclabile che segue il percorso del Muro è molto godibile. È breve, percorribile a tappe e comoda per chi viene in città per qualche giorno e non vuole solo vedere Musei e vivere la notte. Farne un libro sarebbe stato un lavoro utile per tanti berlinesi e turisti. Ho così parlato con un editore che, con l’anniversario dei 30 anni dalla caduta del Muro alle porte, mi ha spinto ad approfondire l’argomento e arricchire il tutto con curiosità, cronologia e interviste, forse la parte più interessante del volume».

Il Muro: istruzioni per l'uso di Federico Meda

Il Muro: istruzioni per l’uso di Federico Meda

Berlino oggi, i luoghi preferiti dall’autore Federico Meda

«Se devo dire i miei luoghi preferiti di Berlino da fare in bici sicuramente cito la zona di Wannsee: l’isola è bellissima, i dintorni sono pieni di foreste e poi c’è Potsdam a un passo. Più in città, a piedi, ho sempre amato la zona di Auguststrasse, a Mitte: c’è il negozio di riviste in cui ho lasciato interi stipendi, Spielplatz – zone per fare giocare i bambini – originalissimi e una bella atmosfera in genreale. Detto questo, le periferie – anche quelle brutte – scoperte con la ciclabile mi hanno sempre lasciato qualcosa. Gropiusstadt chi l’ha mai visto? All’apparenza è triste ma ha fascino lo stesso».

Berlino oggi

«Berlino oggi è forse un po’ in crisi di identità ma non è mai banale. E probabilmente mai lo sarà«

Il Muro: istruzioni per l’uso

di Federico Meda

Ediciclo Editore

13,50 € acquistabile online qui 

[adrotate banner=”39″]

[adrotate banner=”34″]

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *