screenshot youtube, https://www.youtube.com/watch?v=pwg43A9OQpE

Alla Germania dobbiamo “l’invenzione” dei mercatini di Natale

I mercatini di Natale sono nati in Germania e il più antico è lo Striezelmarkt di Dresda

La tradizione dei mercatini di Natale affonda le sue origini in Germania nel XIV secolo. La funzionalità originaria del mercatino era l’acquisto all’ingrosso, soprattutto in periodi di festività come il Natale. La prima attestazione dei mercati natalizi risale al 1434 a Dresda con lo svolgimento dello Striezelmarkt. Più tardi si realizzarono altri mercatini a Strasburgo e a Norimberga. Se siete appassionati di mercatini di Natale, lo Striezelmarkt di Dresda è ciò che fa per voi. Il mercatino più antico di tutta la Germania infatti regala ogni anno le sensazioni di gioia ed entusiasmo tipiche della festa più attesa dell’anno, il Natale. Qui potrete ritrovare l’atmosfera calorosa, il profumo del vin brulé, l’allegria delle luci e delle canzoni natalizie, l’acquolina per le prelibatezze tipiche della cucina locale e tante sorprese per tutte le età.

[adrotate banner=”34″]

La tradizione e alcuni simboli dello Striezelmarkt di Dresda

Ogni anno, grandi e piccoli visitatori allo Striezelmarkt vengono catturati dalla magia natalizia del mercatino. Nonostante abbia vissuto diversi cambiamenti e nella tipologia e nelle sedi di Dresda, lo Striezelmarkt ha mantenuto la sua unicità e il suo riconoscimento in tutta la Nazione. Uno tra i simboli più noti è il Pflaumentoffel, l’omino portafortuna con il corpo fatto di prugne secche e con una noce che rappresenta la testa, prodotto dai panettieri e i pasticceri di tutta la città. Un altro simbolo sono gli Striezelkinder, i due bambini calcati su moneta o riprodotti in legno. Il successo della rappresentazione fu tale da meritare, nel 1937, una medaglia d’oro all’Esposizione di Parigi. Durante l’Avvento e il Natale decorano anche le chiese, le strade e gli appartamenti di Dresda.

View this post on Instagram

А вот и он, еще один атрибут немецкого Рождества, сливовый дурачок #pflaumentoffel Хотя история весьма печальна, эксплуатация детского труда, однако. В средние века дымоходы чистили дети, так как они были узкие и взрослые туда не помещались. Вот таких трубочистов и величали в шутку сливовыми дурачками. Существует поверье, что трубочист приносит удачу. Фигурки делают из чернослива и дарят на счастье 😉😉 Удачи вам всем и наступающим ! 🌲🌲 #glücksbringer #удачи #jahrmarkt #Dresden #instacity #dresdengram #winter #holidays

A post shared by Marina (@andrievskayamarina) on

Le origini dello Striezelmarkt

Il primo Striezelmarkt si tenne soltanto per un giorno. Nel 1434, Federico II e suo fratello Herzog Sigismund concessero alla città l’apertura di un mercato libero «di uso comune e per il bene di Dresda». Durante l’anno il mercato si teneva un giorno alla settimana, nel periodo delle festività natalizie si svolgeva anche un mercatino prima della vigilia sull’odierna Altmarkt. Inizialmente al mercato si vendeva la carne, successivamente la vendita si allargò anche ad altri prodotti, come il legno, il vetro e l’abbigliamento. Oggi lo Striezelmarkt è diventato uno dei mercatini di Natale più tradizionali e popolari della Germania. Ogni anno arrivano più di 240 rivenditori e showmen per vendere i loro prodotti sul mercato e guadagnare la fiducia dei visitatori dello Striezelmarkt, ormai vetrina dell’arte e dell’artigianato popolare tradizionale.

Leggi anche: I 10 mercatini natalizi più belli in Germania

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Immagine di copertina: screenshot on Youtube

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *