A Berlino si celebra la bellezza della Reggia di Caserta

“La posizione è di eccezionale bellezza, nella più lussureggiante piana del mondo, ma con estesi giardini che si prolungano fin sulle colline […]”

Già nel 1787 Goethe scriveva così della Reggia di Caserta nella sua opera “Viaggio in Italia”. È interessante notare che quando il noto autore giunse a Napoli e dintorni ebbe modo di visitare la residenza reale, ma il relativo progetto era ben lontano da essere completato: sappiamo che essa venne abitata a partire dal 1780, ma i lavori per la realizzazione proseguirono fino al 1845. Probabilmente non è un caso che l’edificazione della piú grande residenza reale al mondo sia durata quasi un secolo (1752-1845). Qui di seguito vi proponiamo alcune curiosità di quello che dal 1997 è stato inserito tra i patrimoni dell’umanità dell’UNESCO, nonché l’ultima grande realizzazione del Barocco italiano.

[adrotate banner=”39″]
Berlino Schule tedesco a Berlino

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

Il grande canale verso Napoli

In cerca di un luogo per un palazzo reale che facesse concorrenza e addirittura superasse la Reggia di Versailles, Carlo I di Borbone lo identificò in Caserta. Le ragioni di questa scelta sono riconducibili a una minor esposizione agli attacchi dei nemici rispetto a Napoli. Tuttavia, il piano originario, affidato all’architetto Luigi Vanvitelli, non intendeva isolare la residenza dal grande porto sul Mediterraneo: sappiamo, infatti, che l’attuale Viale Carlo III doveva diventare un collegamento con la costa e con Napoli. In particolare, era stato progettato un lungo canale navigabile per connettere le due città e troviamo traccia di alcune stradine che avrebbero consentito a muli e cavalli da traino di avvicinare le imbarcazioni alla residenza.
In seguito a questo piano si iniziò a pensare di creare una nuova capitale proprio a Caserta, ma Carlo I, eletto Re di Spagna, si trasferì a Madrid e il grande progetto fu così archiviato e destinato a rimanere soltanto un sogno.

Il Palazzo Reale e gli specchi

Una storia particolare lega la Reggia agli specchi e ha come protagonista la sovrana Maria Carolina d’Asburgo. Quest’ultima fece progettare una sala da bagno nei suoi appartamenti con grande astuzia: caratteristica di tale ambiente sono gli specchi che sarebbero stati disposti in modo da poter scorgere chiunque si avvicinasse alla stanza. Tale espediente serviva sicuramente a preservare l’intimità della sovrana, a cui dobbiamo aggiungere certamente quella dei suoi amanti; la sala da bagno era uno dei luoghi dove si svolgevano gli incontri delle sue numerose tresche, tanto che dietro a uno degli specchi era previsto un passaggio segreto. Ad oggi la stanza non può essere visitata, ma chi decide di fare l’itinerario interno del Palazzo Reale ha comunque la possibilità di scorgerla.

La Reggia di Caserta al cinema

La bellezza e la maestosità della Reggia di Caserta sono comparse più di una volta sul grande schermo: il notissimo regista George Lucas ha scelto la residenza borbonica come scenografia di alcune scene dei primi due episodi della saga “Star Wars”, ovvero “La minaccia fantasma” (1999) e “L’attacco dei cloni” (2002). Le apparizioni nel cinema internazionale non si fermano qua, contando titoli come “Mission Impossible III” (2006) e “Angeli e Demoni” (2009).

L’Aeronautica Militare e la Reggia

Un rapporto particolare lega l’Aeronautica Militare italiana e la città di Caserta, con un particolare riferimento alla sua prestigiosa residenza reale: nel 1948 è stata creata la Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare che, oltre ad aver festeggiato da poco i 70 anni di attività, ha avuto la sua sede principale presso la Reggia di Caserta fino al 2016, per poi rimanere comunque con una sede in città. Il Piano Nobile ha al momento dei lavori in corso per essere riqualificato a zona espositiva dell’ambiente museale.

La Reggia di Caserta a Berlino

Per il mese di giugno la Società Dante Alighieri Berlin (danteberlin.com) propone un’occasione da non perdere: sabato 29 giugno alle 18:45 la Reggia di Caserta arriverà in visita a Berlino per l’evento “La Reggia di Caserta: storia della Versailles borbonica”! Ospite di questo appuntamento sarà la Dott.ssa Maria Carmela Masi, storica dell’arte e assistente tecnico alle collezioni, che illustrerà la storia e il patrimonio archeologico-culturale della meravigliosa dimora borbonica.
Ulteriori informazioni sono presenti nel sito web della Società Dante Alighieri Berlin e vi invitiamo a consultare la loro ampia offerta del programma eventi 2019, insieme alla loro pagina Facebook.

La Reggia di Caserta: storia della Versailles borbonica

Sabato 29 giugno alle 18:45

Zunftwirschaft Arminiusstraße 2, 10551 Berlin-Moabit

L’ingresso è gratuito per i soci, 7 Euro per i non soci

 

[adrotate banner=”39″]
Berlino Schule tedesco a Berlino

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *