L’Europa riparte da Riace con il concerto a Berlino dei Modena City Ramblers

Modena City Ramblers, © https://www.facebook.com/modenacityramblers/photos/a.10150970479536189/10156444160546189/?type=3&theater

ANPI Berlino Brandeburgo lancia l’iniziativa “L’Europa inizia con Riace”: il concerto solidale dei Modena City Ramblers a Berlino

ANPI Berlino Brandeburgo propone l’iniziativa “l’Europa inizia con Riace”, per ricordare al Vecchio Continente l’importanza e l’urgenza  dei valori morali e sociali dell’integrazione, e lo fa con un concerto benefico dei Modena City Ramblers a Berlino. La celebre band folk-rock che da decenni appassioni intere generazioni in Italia e non solo, si esibirà il prossimo 22 novembre al Clash bar di Kreuzberg. A scaldare l’atmosfera prima del concerto sarà il gruppo berlinese dei Nanofish Dippers, con un mix eclettico tra Ska e Reggae. Impossibile mancare a questo evento che unisce in una sola serata l’occasione, non solo di ascoltare musica di qualità, ma anche di prendere parte a un movimento di sensibilizzazione collettiva. I Modena City Ramblers hanno, infatti, sempre dimostrato grande impegno per quanto riguarda le tematiche più aspre e controverse quali guerre, ingiustizie ed iniquità sociali. Non poteva quindi mancare all’appuntamento per ricordare all’Europa l’impellenza dei principi di solidarietà e fratellanza di cui il mondo oggi necessita.

Integrazione dei migranti: il modello Riace funziona

Il tutto ebbe inizio nel 1998, con lo sbarco di duecento profughi dal Kurdistan a Riace Marina, comune di poco più di due mila abitanti in provincia di Reggio Calabria. L’Associazione Città Futura decise di aiutare i migranti appena sbarcati affidando loro vecchie case abbandonate, i cui proprietari erano ormai da tempo lontani dal paese. Grazie alle sue politiche di inclusione, il primo cittadino di Riace, Domenico Lucano, riuscì a dare ospitalità non solo ai rifugiati, ora quattrocento nel piccolo comune, ma anche a tanti immigrati irregolari richiedenti asilo, mantenendo così anche attivi i servizi di primaria importanza, quali la scuola e l’artigianato locale. La corretta integrazione dei migranti è assicurata da settanta mediatori culturali assunti dalla giunta comunale e facenti parte del sistema Sprar (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati). Un sistema nato proprio col fine di proporre e promuovere, oltre alle misure di assistenza e protezione standard, un processo di integrazione sociale ed economica. Tutto questo in un’Europa immersa in un periodo sempre più particolare, nonché fragile, per quanto riguarda la messa in discussione dei valori di solidarietà, umanità e democrazia, faticosamente ricostruiti al termine della Seconda Guerra Mondiale. Principi che rischiano di perdersi e sgretolarsi. L’esperienza di Riace, invece, da speranza e insegna che è possibile promuovere politiche comunitarie dei fenomeni migratori, senza mai dimenticare il rispetto e la difesa dei diritti degli esseri umani. Come nella celebre frase di Che Guevara eletta a sentenza: «Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo».

ANPI Brandeburgo, come nasce e perché

Da diversi anni ormai, in Italia e in Europa, si assiste sempre più al riemergere e al riconsolidarsi di fenomeni neofascisti che, dietro all’alibi dei processi migratori, danno adito e alimentano nuove forme di razzismo, intolleranza e xenofobia. Tali espressioni di malessere politico, costituiscono una minaccia costante e reale. Non solamente in merito al processo di costruzione di un’Europa coesa e più unita, ma anche, in particolare, per quanto concerne i valori democratici che le fanno da fondamento. Per questa ragione, il nove marzo del 2018, alcuni cittadini italiani residenti a Berlino hanno deciso di fondare la Sezione Berlino-Brandeburgo dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI) per offrire ai connazionali trasferiti nel capoluogo tedesco l’opportunità di partecipare attivamente alla valorizzazione e alla promozione dei valori cardine della Costituzione della Repubblica Italiana, sancita dalla vittoria della Resistenza sul nazifascismo. La Sezione ANPI Brandeburgo invita, infatti, tutti gli italiani residenti all’estero a prendere parte alle diverse iniziative promosse da forze politiche e associazioni locali. Contribuendo, così, anche nel proprio piccolo a mantenere accesa la memoria di chi ha dato la vita e combattuto per la libertà di cui tutti possiamo godere ancora oggi.

l’Europa inizia con Riace – Prima giornata Modena City Ramblers

Venerdì 22 novembre 2019 dalle ore 21:00 alle 06:00

Per maggiori informazioni consultare la pagina facebook dell’evento

https://www.facebook.com/events/clash-berlin/leuropa-inizia-con-riace-prima-giornata-modena-city-ramblers/523451375111166/

 

Leggi anche: 8000 persone hanno sfilato a Berlino per i migranti e Carola Rackete

banner scuola berlino schule

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: Modena City Ramblers, © immagine da facebook

Leave a Reply