La Germania vuole proibire anche dai social le pubblicità di chirurgia estetica per i ragazzi

Il nuovo disegno di legge lavora sulla comunicazione pubblicitaria per ridurre i ritocchini di bellezza e la Società Tedesca di Chirurgia Plastica è d’accordo

Jens Spahn, Ministro della sanità tedesco, vuole adottare misure restrittive contro l’abuso della chirurgia estetica, in crescita tra gli under 18. La nuova proposta di legge prevede di vietare la pubblicità promotrice di ritocchi ed interventi, in tv e sui social network. L’emendamento contrasta la rincorsa alla bellezza ideale e pericolosa. E’ una forma di tutela soprattutto per i più giovani.

«State bene così come siete» l’appello ai giovani di Jess Spahn e il nuovo disegno di legge

Gli spot pubblicitari sulla chirurgia estetica diffondono un messaggio di non accettazione del proprio corpo, spiega il ministro Spahn al quotidiano Tagesspiegel. La probabilità di confrontare la propria fisicità a quella di un modello, illusorio, di perfezione aumenta. Sempre più adolescenti vogliono ricorrere al ritocco estetico senza considerare il rischio che potrebbe comportare. Fino a questo momento, la Germania ha vietato la pubblicità sugli interventi di chirurgia estetica ai minori di 14 anni. Il nuovo modello di legge alza l’età da proteggere e vieta ogni forma di promozione, in tv e sui social newtwork, per tutti gli under 18. Il Partito SocialDemocratico di Germania e la società tedesca di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica sono favorevoli a fare approvare l’emendamento.

Il ritocco che piace ai teenagers, aumentano gli interventi estetici tra i minorenni

Sempre più adolescenti ricorrono ad interventi di chirurgia estetica e spesso si tratta di minorenni accompagnati (e sostenuti) dai genitori. Nel 2015, lo studio svolto dalla Società italiana di medicina estetica ha dimostrato che tra i 13 e i 18 anni, il 15,8% delle ragazze e il 3% dei ragazzi si era già sottoposto ad almeno un’operazione di bellezza. Il 17,8% degli intervistati considerava l’idea concretizzabile nel futuro prossimo. Del campione è stato anche analizzato l’indice di soddisfazione corporea. L’esito, significativo, ha dimostrato che il 78% delle ragazze e il 54% dei ragazzi non aveva un buon rapporto con la propria immagine e la propria fisicità.

perfeLeggi anche: Perché il “Ken umano” è stato arrestato a Berlino

banner scuola berlino schule

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: La pelle che abito, Film

Leave a Reply