Gustave Caillebotte, a Berlino una splendida mostra su uno dei maestri dell’impressionismo

All’Alte Nationalgalerie verranno esposti i lavori di Gustave Caillebotte, tra cui un quadro inedito al pubblico berlinese

Gustave Caillebotte. Painter and patron of Impressionism aprirà i battenti il 17 maggio nelle sale dell’Alte Nationalgalerie e sarà visitabile fino al 15 settembre 2019. L’importante mostra è stata resa possibile grazie al lavoro della fondazione Freunde der Nationalgalerie e dalla Leinemann-Stiftung für Bildung und Kunst. Fondamentale anche la collaborazione con l’Art Institute di Chicago che ha prestato all’Alte Nationalgalerie un dipinto di Caillebotte che verrà esposto per la prima volta a Berlino: Rue de Paris, temps de pluie, terminato nel 1877, considerato uno dei capolavori di Caillebotte. In possesso dell’Art Institute di Chicago, il quadro raramente è stato esposto in Europa, e mai a Berlino. Questo è uno degli aspetti che rende veramente imperdibile la mostra all’Alte Nationalgalerie.

[adrotate banner=”34″]

Gustave Caillebotte fu uno dei membri più attivi del movimento impressionista

Folgorato dalla pittura dell’italiano Giuseppe De Nittis (di cui divenne anche amico) durante un viaggio a Napoli nel 1872, Caillebotte decise di abbandonare la carriera legale per potersi dedicare interamente alla pittura. Si iscrisse all’Accademia di Belle Arti di Parigi e strinse presto amicizia con Degas, Manet e gli altri giovani esponenti del neonato movimento artistico. Insieme frequentavano il Café Guerbois, dove gli artisti impressionisti si incontravano per discutere e confrontarsi. Fu uno dei partecipanti alla prima mostra impressionista che venne organizzata nello studio del fotografo Nadar nel 1874. Riuscì a fondere i caratteri dell’impressionismo con gli elementi classicisti che aveva appreso durante gli studi all’Accademia di Belle Arti, creando delle opere originalissime e suscitando l’ammirazione dei suoi colleghi. Morì a soli 46 anni, provocando un profondo cordoglio tra gli altri impressionisti, che lo definirono come uno dei pittori più originali e innovativi del celebre movimento.

L’importanza di Gustave Caillebotte non deriva solo dalla sua attività di pittore

Un importante aspetto su cui i curatori della mostra hanno voluto soffermarsi è quello del ruolo di mecenate di Caillebotte. Fu proprio lui a finanziare e a raccogliere i fondi necessari per organizzare la prima grande mostra dedicata ai quadri impressionisti. Caillebotte proveniva da una famiglia molto facoltosa e non si tirò mai indietro nell’aiutare i suoi amici in difficoltà finanziare, acquistando i loro quadri. Nella sua collezione vi erano opere di, tra gli altri, Pissarro, Monet, Manet, Renoir e Cézanne. Tutti i quadri che Caillebotte possedeva creavano una delle raccolte più importanti dell’epoca. Nel suo testamento lasciò tutti i dipinti in suo possesso allo Stato, chiedendo che venissero esposti e non dimenticati. Nel 1937 lo stato francese li utilizzò come primo nucleo della succursale impressionista del Louvre, il Museo del Jeu de Paume. Nel 1986 i dipinti vennero spostati, invece, nelle sale del Museo d’Orsay. Molti dipinti della collezione verranno esposti nella mostra all’Alte Nationalgalerie, a testimonianza dell’importante attività di mecenate svolta da Caillebotte.

Alte Nationalgalerie

Lunedì chiuso

Martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica 10:00 – 18:00

Giovedì 10:00 – 20:00

Leggi anche A Berlino la mostra su Emil Nolde, visionario espressionista tedesco
[adrotate banner=”39″]

Berlino Schule tedesco a Berlino

Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *