Altalena, ©https://pixabay.com/it/photos/altalena-parco-giochi-1876334/

Germania, 20 anni di abusi a decine di bambini: condannati due uomini

Nella cittadina di Lügde in Germania dal 1998 al 2018 due uomini hanno abusato sessualmente di tanti bambini

Il tribunale distrettuale di Detmold (Renania Settentrionale-Vestfalia) ha momentaneamente condannato due uomini, Andreas V. (56 anni) e Mario S. (34 anni), a 13 anni di carcere per aver abusato sessualmente di numerosi bambini. I due uomini, oltre ad aver compiuto atti di violenza sessuale su bambini e bambine dai 3 ai 14 anni, sono accusati di aver prodotto materiale pornografico infantile. Il tribunale non esclude l’ipotesi che i due possano essere rinchiusi per il resto della loro vita. Il pubblico ministero ha affermato che tra il 1998 e il 2018 in un campeggio della foresta di Lügde, si contano circa 34 vittime di abusi da parte dei due uomini. I pubblici ministeri affermano che Andreas V. viveva costantemente nel campeggio e tra le sue vittime c’era anche sua figlia adottiva di 6 anni, che fungeva da “esca” per attirare altri bambini. Inoltre, la polizia tedesca crede che l’uomo sia diventato il capo di una banda di pedofili.

Il peggior caso di abusi minorili della Germania

Il caso ha scandalizzato la nazione e scosso l’opinione pubblica che lo considera come il peggior caso di abuso su minori mai avvenuto nella storia della Germania. La gravità del caso è accentuata dalle difficoltà che la polizia sta avendo nelle indagini. Come riporta CNN, nel febbraio 2019 alcuni agenti di polizia avrebbero “perso”  delle prove importanti. Il consigliere distrettuale incaricato dalla polizia, Axel Lehmann, ha affermato che “alcuni individui” hanno commesso degli errori nelle indagini. Inoltre, non è ancora chiaro come Andreas, un uomo che viveva in una roulette senza una famiglia, abbia potuto avere l’affido della bambina. È infatti in corso un’indagine da parte dell’ufficio locale per chiarire in che modo possa avere avuto l’autorizzazione a diventare un genitore adottivo.

I due uomini non erano soli, con loro un terzo complice

Un terzo uomo, noto come Heiko V., è stato accusato di aver aiutato e favorito l’abuso sessuale dei bambini. Il tribunale lo ha condannato a due anni di carcere. Il giudice Anke Grudda ha affermato che «è difficile esprimere ciò che è accaduto con le parole e aggettivi come orrendo, mostruoso o ripugnante non sarebbero sufficienti per descrivere le atrocità commesse».

Leggi anche: La storia della violenza su minori che sta scandalizzando la Germania

banner scuola berlino schule

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: Altalena, ©Tantetati CC0 on Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *