Bus, ©Antonio Vera, CC 2.0 on Flickr

Berlino, carro attrezzi immediato per le auto sulle corsie dei bus e multe da 208 a 650 €

Da gennaio 2020 nuovi provvedimenti per le auto parcheggiate sulle corsie preferenziali

Il Berliner Verkehrsbetriebe (BVG) potrà, dall’inizio del prossimo anno, rimuovere le auto che intralciano le corsie preferenziali senza attendere l’autorizzazione della polizia. Martedì scorso il Senato ha messo a punto il tariffario per la rimozione. Chi parcheggia la propria auto illegalmente sulla corsia dell’autobus dovrà pagare 208,33 euro, oltre al rimorchio. In più è prevista una tassa di 35 euro per la rimozione. Per un auto normale, la rimozione forzata costerà in totale 243,33 euro. Se il BVG deve rimuovere un veicolo che pesa più di 3,5 tonnellate dalla carreggiata, il detentore pagherà 650,32 euro di tasse. Come spiega il Berliner Morgenpost, la multa verrà somministrata anche ai proprietari dei veicoli che tentano di extremis di modificare il loro parcheggio irregolare. Se il carro attrezzi verrà messo in moto, i proprietari dell’auto dovranno, sulla base del peso del veicolo, pagare 125,91 o 195,45 euro.

Multe più salate rispetto ad adesso

Se un veicolo viene rimosso per ordine della polizia, i conducenti devono attualmente sborsare 136 o 306 euro. Le ammende saranno quindi decisamente più elevate nel 2020. Tuttavia, l’amministrazione del BVG precisa: il nuovo tariffario entrerà in atto per coprire i costi del GPL e le altre spese necessarie per effettuare la rimozione. Allo stesso tempo non si generano eccedenze. Il fine ultimo del provvedimento non è quello di generare profitti per la società di trasporti. «Siamo sicuri che saremo in grado di uscire con un leggero surplus dal 2021 e di essere in grado di resistere a quello», ha detto Nelken, portavoce del BVG.

Un problema trascinato nel tempo

Il Mobility Act dell’estate 2018 aveva già autorizzato la BVG  ad effettuare i rimorchi con i propri mezzi. Tuttavia, la mancanza di adeguate autorizzazioni da parte del Municipio di Berlino aveva impedito l’entrata in vigore effettiva del provvedimento. La BVG ha otto carri attrezzi per iniziare in tutta la città. Adesso, la BVG dispone di  cinque carri attrezzi  per la rimozione veicoli. «Tre sono ancora acquistati sul mercato delle auto usate», ha spiegato Nelken. Inoltre,  40 dipendenti della stessa società sono già stati predisposti allo sgombero dei veicoli che ostacolano le corsie preferenziali.

Leggi anche: Salmo, nuovo tour per la Germania

Immagine di copertina: Bus, © Antonio Vera, CC2.0 on Flickr.com

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *