pena di morte https://pixabay.com/it/forca-cielo-blu-cornice-di-legno-858572/

Finalmente la Germania ha cancellato completamente dalle sue leggi la legittimità della pena di morte

I tedeschi si oppongono definitivamente alla pena di morte

È stato necessario un referendum per abolire la pena di morte nello stato federato tedesco in cui ancora formalmente era prevista la pena capitale. Infatti nell’Assia, regione della parte occidentale della Germania, il 28 ottobre 2018 i cittadini sono stati chiamati al voto per decidere sull’abolizione della pena di morte. L’83,2% degli elettori ha votato per modificare la Costituzione in vigore dal dopoguerra. Dal 1946, infatti, la legge consentiva di condannare un imputato alla massima pena.

L’Assia era l’unico stato federale in cui era ancora legittima la pena di morte

Nel resto della Germania la pena capitale era stata abolita già nel 1949, tre anni dopo la prima Costituzione. Nello stato dell’Assia, che ha in Francoforte la sua città più importante, l’articolo 21 della Costituzione prevedeva ancora, formalmente, che per i crimini particolarmente gravi si potesse irrogare la pena di morte. Ora, grazie al risultato del referendum, questo non sarà più possibile. L’Assia, inoltre, è l’unico stato federato tedesco in cui la Costituzione può essere modificata solo tramite un referendum popolare.

[adrotate banner=”34″]

I condannati a morte nel dopoguerra

Secondo quanto riporta The Local, sarebbero stati due i condannati a morte tra il 1946 e il 1949: un uomo che aveva ucciso la moglie e Hans-Bodo Gorgass, medico nazista ritenuto colpevole di aver ucciso almeno 1.000 persone. Tuttavia, secondo il sito di notizie regionali Hessenschau, in entrambi i casi la pena di morte è stata convertita in una pena detentiva. Con il referendum il rischio di essere condannati alla pena capitale è stato definitivamente abolito. Come ha sostenuto il premier di stato Volkier Bouffier, stretto alleato della cancelliera Angela Merkel, ora anche nell’Assia c’è «una moderna costituzione adattata alle realtà del XXI secolo». L’unico Paese che consente ancora la pena capitale in Europa è la Bielorussia. Al contrario, sono 102 gli Stati in tutto il mondo che l’hanno definitivamente abolita.

[adrotate banner=”39″]

Berlino Schule tedesco a Berlino

Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

Immagine di copertina © Servicelinket

1 commento
  1. Max E.
    Max E. dice:

    Comunque questa legge era priva di oggetto dal 1949 quando la pena di morte è stata abolita nella costituzione nazionale, che vale più della costituzione di Assia (“Bundesrecht bricht Landesrecht”, Art 31 GG). Proprio per questo motivo nessuno poteva essere condannato a morte dopo il 1949 e non c’era bisogno di cambiare la costituzione di Assia.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *